Kantiere d'Arte multimediale Il Centauro



......Giampiero Maldini intride di luce le sue opere al punto di dilavarle in modo misterico; indubbiamente  questa luminosità appartiene alla sfera dello spirito, della percezione, del ricordo. Egli riporta sulla tela paesaggi, figure, particolari, con coerenza e cura meticolosa. All'interno del catalogo che abbiamo qui in Galleria, possiamo prendere visione di diverse opere nel cui titolo si trova la parola miraggio: cifre, queste, per entrare nei codici segreti del maestro. E poi, che si tratti della Toscana, della Giudecca o della Valle della Canna, a prevalere è il silenzio, il raffinato senso degli strati.  Un equilibrio perfetto viene raggiunto fra figurazione e non figurazione, dilemma che percorre in maniera drammatica l'anima degli artisti del secolo appena trascorso e di quello che abbiamo appena iniziato.  Maldini  ci mostra una via possibile che non depriva né l'una né l'altra scelta, anche poesia e pittura si coniugano e si armonizzano felicemente, perfino la musica permea queste tele, infatti attraverso i colori pare di udire strumenti diversi, percussioni, legni, fiati. Un'attenzione particolare va anche alla tecnica adoperata, spesso si tratta di olio su tela, ma in alcune delle opere presenti in questa mostra c'è anche l'encausto;una tecnica antica che prevede l'utilizzo dei colori amalgamati alla cera fusa.

Vittoria Bellomo
Bari,maggio 2002





by giampieromaldini.it (giugno 2002 - dicembre 2015)
Aggiornata 10122015