La magia del reale filtrata dai segni di Giampiero Maldinit La pittura di Giampiero Maldini poggia su segni essenziali ed eloquenti e su una gamma cromatica dai passaggi lirici così raffinati da far pensare ad un brano musicale. Nella mostra sono esposte solo opere di grafiche: una scelta quanto mai opportuna per consentire al visitatore di addentrarsi, per gradi, entro la complessità di conoscenze tecniche e linguistiche dell'artista. Il taglio compositivo, in Maldini - nato e residente a Cervia, pittore dal 1972 - anche se può apparire disinvolto e talora libero, in realtà è molto costruito e meditato; allo stesso modo sono meditati i colori, le forme, la linearità dell'immagine e il suo proporsi attraverso molteplici chiavi di "lettura". Quel che è certo è che Maldini è un artista creativo, sensibile, attento a filtrare e, successivamente a trasferire sul foglio o sulla tela, gli stimoli che la realtà e la sua curiosità intellettuale gli fanno cogliere. Questo però, senza mai smentire la coerenza del suo stile espressivo. Nei suoi quadri c'è di tutto: brani di paesaggio, pagine di un vissuto soprattutto personale, fiori realizzati con atmosfere che sanno più di sogno e di magia che di realtà. I segni non hanno mai un andamento preciso e definito, ma sono dinamici, a volte formano quasi un fitto reticolo; i colori, a loro volta, ora convergenti sull'immagine, ora diventano impalpabili e, forse per questo, Maldini di riflette completamente nelle sue opere: sfuggente ma determinato, sentimentale ma lucidamente attento, sommesso ma deciso. A volte basta un segno o una tonalità in scala maggiore per raggiungere quella caratura di vivacità che dà colore all'immagine.



Rosanna Ricci
Il Resto Del Carlino - 12/12/2004
Residenza P.Zangheri Forlì








by giampieromaldini.it (giugno 2002 - dicembre 2015)
Aggiornata 10122015